Lombardia: regione ricca di cultura teatrale

In occasione della Giornata Mondiale del Teatro (che sarà il prossimo 27 marzo) parliamo della cultura teatrale presente nella bella Lombardia. Noi dell’Associazione Italì vogliamo promuovere i tesori tipicamente italiani, e il Teatro è tra i beni da preservare.

Il Teatro per essere davvero pregnante deve mostrarsi come una lente di ingrandimento, un riflettore e un luogo di confronto. (Peter Brook, regista teatrale e cinematografico)

A Milano, città dove Italì ha la sua sede, è doveroso visitare il Teatro alla Scala e il suo Museo: fondato nel 1778, mette in scena stagioni dedicate all’opera, al balletto e a concerti di musica classica. La Prima della Scala, il 7 dicembre, è un evento di cultura diffusa, trasmesso ormai in tutto il mondo. La Filarmonica, l’Accademia e le innumerevoli maestranze che vi lavorano contribuiscono, fin dalle sue origini, a renderlo un punto di riferimento della cultura teatrale ed artistica a livello mondiale.

Altrettanto cruciale per la storia culturale di Milano è il Piccolo Teatro, fondato nel 1947 da Paolo Grassi, Giorgio Strehler e Nina Vinchi. Il Manifesto per la cultura accessibile che ambiva a un “Teatro d’arte per tutti” fu da loro redatto nello stesso anno e chiariva gli ideali fondanti. Pubblicato sulla rivista “Politecnico” dello scrittore Elio Vittorini, riporta gli obiettivi invariati del Piccolo Teatro Strehler, Piccolo Teatro Studio Melato e Piccolo Teatro Grassi: una produzione teatrale che coinvolga il pubblico più ampio possibile.

Milano è inoltre fornita di teatri dalla stagione più “di nicchia”: per fare due esempi menzioniamo il Teatro Menotti o il Teatro Out Off, che alternano rappresentazioni tradizionali ad altre più sperimentali.

La bellezza teatrale si estende a tutta la regione Lombardia: in particolare ti consigliamo una visita al Teatro Bibiena di Mantova, eretto tra il 1767 e il 1769, il Teatro Sociale di Brescia e il Teatro Sociale di Como, che ha alle spalle oltre 200 anni di storia.

In particolare, è proprio in quest’ultimo che ha sede AsLiCo: l’Associazione Lirica Concertistica Italiana. Fondata a Milano nel 1949 dal Cavaliere Giovanni Treccani degli Alfieri:

fu istituita per aprire la via ai giovani studiosi forniti di adeguate doti naturali a mezzo del Teatro sperimentale e fare dell’attività didattica e sperimentale, teatrale e artistica, non un mestiere ma una vocazione.

Il Teatro a Milano è tradizione e innovazione insieme. I Festival sono le grandi occasioni culturali per aggiornarsi sulle tendenze della contemporaneità. A settembre nella città meneghina ha luogo Tramedautore, il Festival Internazionale delle Nuove Drammaturgie organizzato da OUTIS – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea, mentre verso la primavera puoi assistere alle rappresentazioni selezionate per IT Festival, Festival del Teatro Indipendente. 

Infine, i concorsi sono le fonti di stimolo per produrre nuovo materiale artistico. I principali concorsi milanesi sono Premio Hystrio per aspiranti attori fino a 30 anni (giunto ormai alla 29° edizione), e Premio UBU a cura dell’Associazione UBU, fondato nel 1977 da Franco Quadri per riconoscimenti teatrali.

Il teatro è quindi un fertile momento di dialogo, confronto, riflessione, ma anche di gioco. Ecco perché abbiamo dedicato un articolo a questo argomento sul Magazine di Italì. Ti segnaliamo che sul sito di Teatro.it puoi vedere l’elenco completo dei Teatri di Milano.

Articoli suggeriti
Le Guide Rosse del Touring Club Italiano, edite dal 1914, sono da sempre strumento principe del turismo consapevole.Castle Street Food - Fontanellato 2019: la sesta edizione dell'evento attorno alla Rocca Sanvitale